Bulgur ai calamari, fave e friggitelli

Uno sguardo in dispensa mi ricorda che devo finire la confezione aperta di bulgur. Bene, ho proprio voglia di un piatto unico a base soprattutto di verdure. In casa ho friggitelli freschi e delle fave congelate da finire anch’esse. Ho però anche voglia di pesce e al mercato decido di acquistare dei  calamari che sono veloci da cuocere.

Il risultato è un piatto nutriente e saporito che è piaciuto anche a mio marito, che non ama invece il cous cous.

Il bulgur, che è un granulato di grano duro integrale e in genere precotto a vapore, è di facile digeribilità e contiene molti sali minerali, oltre a fibre e vitamine. In genere non va cotto ma solo ricoperto con acqua molto calda pari al doppio del suo volume fino a completo assorbimento. Controllare però le istruzioni sulla confezione

burgul ai calamari fave e friggitelli

per 4 persone

300 gr bulgur

600 gr calamari

300 gr fave surgelate

300 gr friggitelli

1 scalogno grande

Peperoncino qb

2 o 3 cucchiai salsa di soia

pepe di Sichuan qb

Olio evo qb

Prezzemolo

Sale qb

Far cuocere per tre minuti circa le fave surgelate in abbondante acqua bollente  e , se possibile, scolarle con una schiumarola conservando l’acqua di cottura per il bulgur ( a me piace essere risparmiosa in cucina sia per non sporcare troppe pentole, ma anche per non disperdere i sapori nei diversi passaggi!)

Coprire quindi il bulgur con la  stessa acqua di cottura delle fave, ancora calda e dopo aver aggiunto sale, in quantità pari al doppio del suo volume. Farla assorbire completamente  e tenere da parte (oppure seguire le istruzioni sulla confezione).

Nel frattempo pulire e lavare i calamari togliendo la parte interna alla sacca, la pellicina scura ed eliminando il dente e gli occhi dai tentacoli. Sciacquarli in acqua fredda, scolarli e tagliarli ad anelli.

Pulire i friggitelli togliendo i semini interni, tagliarli a fettine, tagliare lo scalogno a rondelle sottili e far saltare tutto in una padella antiaderente con due o tre cucchiai d’olio evo, un po’ di sale, peperoncino ( in polvere o fresco a seconda dei gusti). Dopo pochi minuti versare anche le fave, aggiungere la salsa di soia e del pepe di sichuan per insaporire ulteriormente. Mescolare bene e cuocere per altri due minuti a fiamma vivace.

 

Togliere dal fuoco e tenere da parte le verdure. Nella stessa padella ( sempre per i motivi elencati sopra) versare ancora un po’ d’olio e quando è caldo unire gli anelli di calamari cuocendoli a fiamma vivace per pochi minuti. Aggiustare di sale e pepe.

Alla fine aggiungere anche le verdure e il bulgur. Mescolare e finire con un filo d’olio a crudo e del prezzemolo tritato

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy