fogliolina Spatola mediterranea in vaso

Ho appena acquistato questi vasetti in vetro con coperchio, guranizione in gomma e ganci per le mie confetture e salse da dispensa ma dato che in cucina si possono utilizzare in diversi modi li ho voluti provare subito come recipiente di cottura…..

E li ho usati proprio per preparare l’altro pezzo di spatola rimasta dopo la preparazione di quella con panatura. Un modo semplicisimo, ultraveloce e sano per preparare il pesce dalle carni delicate e tenere come quelle della spatola. Si può mettere nei vasetti la mattina insieme a tutti gli ingredienti, conservare in frigo e cucinare all’ultimo momento.

spatola mediterranea in vaso

per 4 vasetti

300 gr ca di spatola già pulita

16 pomodorini ciliegia

1 cucchiaio di capperi dissalati

1 cucchiaio di erba cipollina

4 cucchiai d’olio evo

sale, pepe bianco qb

1 spicchio d’aglio

peperoncino fresco qb ( facoltativo)

 

Sbucciare lo spicchio d’aglio e dopo averlo tagliato a metà strofinare l’interno dei vasetti di vetro.

Lavare, asciugare e tagliare a pezzetti di 4 o 5 cm il pesce spatola. Lavare, asciugare e tagliare a metà i pomodorini e dissalare in acqua fredda i capperi. Tritare l’erba cipollina e il peperoncino fresco.

Distribuire tutti gli ingredienti suddividendoli nei vasetti ( la quantità di peperoncino dipende dal gusto personale e dalla potenza degli stessi ma ne userei poco per non coprire il gusto delicato del pesce). Alla fine completare con sale, pepe e 1 cucchiaio di olio in ogni vasetto. Coprire e conservare in frigo fino al momento della cottura.

Si possono cuocere in forno sempre coperti col loro tappo di vetro ma senza la guarnizione alla temperatura di 180/190° per una decina di minuti circa, dopo averli sistemati in una pirofila con due dita d’acqua sul fondo.

In alternativa si possono mettere direttamente in microonde ( sempre coperti solo col tappo di vetro) cuocendoli alla potenza massima per 3 o 4 minuti. Più semplice di così!

 

fogliolina Insalata di riso nero,gamberi e mango

L’insalata di riso nero coi gamberi non è certo una novità ma forse lo è se abbinata anche al dolce sapore esotico del mango. Io non l’avevo mai assaggiata in questa versione, ma l’idea di aggiungere della frutta nelle insalate sta diventando anche per me una consuetudine e devo dire che alcuni abbinamenti sono avvero azzeccati! L’dea l’ho presa da un bellissimo libro di cucina sfogliato in Australia quest’estate. Non era di Donna Hay, conosciutissima anche da noi, ma di  Valli Little direttrice della rivista food “Delicious” e adesso mi pento di non averlo acquistato. Non ricordo le dosi nella ricetta originale quindi mi sono reinventata questa, che è stata molto apprezzata.

p.s dimenticavo di dire che l’ho preparata al microonde, quindi riporto qui sotto sia una versione cucinata sia così sia in modo tradizionale.

insalata di riso nero ai gamberi e mango

per 2 persone

200 gr di riso nero Venere bollito ( per il microonde usare 1 confezione di Riso Venere espresso Gallo)

8/10 gamberoni freschi

1/2 mango maturo

1 limone bio

1 cucchiaio di erba cipollina tritata

1 pezzetto di zenzero fresco di circa 8 cm

peperoncino e paprika qb

sale, pepe di sichuan

olio evo

 

 Cottura tradizionale:

Sgusciare e pulire i gamberoni togliendo il filetto intestinale sul dorso con una piccola incisione. Sciacquarli e asciugarli delicatamente con carta da cucina. Disporli in una ciotola con un cucchiaio di olio evo, due pizzichi di sale e pepe, una punta di peperoncino* in polvere e una spolverata di paprika, 1 cucchiaio di succo di limone distrubuendo il tutto uniformemente. Schiacciare  tra due cucchiai lo zenzero grattugiato e versarlo nella marinata dei gamberi. Coprire con una pellicola e conservare in frigo per circa un’ora.

*Col peperoncino regolarsi secondo i propri gusti , volendo si può aumentare la dose indicata anche per creare un certo contrasto tra la dolcezza del mango e la sapidità dei gamberi

Far saltare velocemente i gamberi con un goccio d’olio  in una padella antiaderente a fiamma alta tenendo da parte la loro marinata. Spegnere e aggiungere la marinata che in questo modo riesce a scaldarsi leggermente.

Condire il riso bollito con due cucchiai d’olio, due o tre cucchiai di succo di limone, metà della sua buccia grattata ( solo la parte gialla), l’erba cipollina, sale e pepe e il mango sbucciato e ridotto a dadini, tranne due o tre fette da tenere come decorazione.

Tenere da parte due gamberi interi tagliati a metà per il lungo, il resto va tagliato a pezzetti. Unire i gamberi con la loro marinata al riso e agli altri ingredienti e servire decorando con le fette di mango, i gamberi interi e una spolverata di erba cipollina. Eventualmente aggiungere ancora dell’olio evo a filo.

 

Cottura al microonde:

Preparare i gamberi con la loro marinata come sopra ma cuocerli sempre interi insieme al loro sughino in un recipiente di ceramica o vetro coperto di pellicola per circa 2 o 3 minuti a 600W, girandoli eventualmente a metà cottura.

Cuocere il Riso Venere espresso della Gallo in microonde come descritto sulla confezione e prepararlo come nella cottura tradizionale.

Aggiungere tutti gli ingredienti come sopra e decorare nello stesso modo

 

 

fogliolina Filetto di persico al limone e olive

Una ricetta veloce, economica e light a base di pesce. Io ho usato del filetto di persico ma si può ovviamente utilizzare del pesce più pregiato come il branzino o la sogliola. L’ho cucinata al microonde perché, come dicevo in uno degli ultimi post, in questo periodo posso utilizzare solo questo elettrodomestico per preparare dei piatti. In alternativa si può far saltare velocemente  il pesce in una padella con un goccio d’olio e la marinata che si è formata.

filetto di persico al limone e olive nere

per 2 persone

 

1 filetto da 400 gr ca di pesce persico

1 cucchiaio olive taggiasche denocciolate

la parte verde di un  cippollotto

1 limone non trattato

sale, pepe bianco,peperoncino qb

1 mazzetto direzzemolo

1 o 2 cucchiai di olio evo

 

Mettere in infusione il filetto tagliato a dadini di circa due cm  col succo di mezzo limone, 1 cucchiaio di olio evo, la parte verde del cipollotto tagliata a rondelle e due o tre pizzichi di sale e pepe bianco ( a seconda dei propri gusti), 1/2 cucchiaio circa di prezzemolo e la scorza di 1/4 di limone  tritati, un pizzico di peperoncino. Coprire con la pellicola e tenere in frigo almeno mezz’ora.

Versare il pesce marinato in un recipiente da microonde e ricoprirlo con pellicola idonea bucandola leggermente per far uscire il vapore.

Cuocere in microonde alla potenza di 600 w per circa 6 minuti.

Servire con un contorno  di  patate lesse condite con olio, sale e prezzemolo tritato oppure con insalata mista.

Eventualmente versare ancora un po’ d’olio a filo e dell’altro succo di limone.

 

fogliolina Filetto di trota in crosta di pistacchi con pomodorini

Ricetta veloce che si può anche cuocere in microonde. In dieci minuti o poco più si può quindi mettere in tavola un piatto saporito e leggero dove la trota salmonata può essere sostituita anche col salmone ( dalla carne però più grassa).

Con questo piatto inauguro tra l’altro una sezione dedicata alla cottura in microonde dato che sto per iniziare lavori in casa che non mi permetteranno di utilizzare la cucina per un certo periodo ( che stress!). Non ho però intenzione di uscire a pranzo e a cena di continuo perciò  farò ampio utilizzo di questo elettrodomestico condividendo le ricette che saranno meglio riuscite. Vedremo!

filetto di trota in crosta di pistacchi

per 2 persone

 

1 filetto di trota salmonata da 400 gr

8/10 pomodorini ciliegini o datterini

1 cucchiaio prezzemolo tritato

1 cucchiaio di pistacchi tritati

1 cucchiaio abbondante di pangrattato

172 spiccio d’aglio tritato

succo di 1/2 limone bio

zeste di 1/2 limone bio

sale, ppe qb

olio evo qb

 

Versare ilo succo di limone sulla trota e lasciar risposare in frigo per mezz’ora circa. Preparare intanto  la panure con i pistacchi tritati ( o in polvere), il pangrattato, il prezzemolo, le zeste di limone tritate e un pizzico di sale.

Tagliare i pomodorini a metà e, volend,o togliere i semini. Sistemare il filetto di trota in una teglia di ceramica e insaporirlo con un pizzico di sale e pepe bianco. Disporre intorno i pomodorini tagliati e salati anch’essi.

Distribuire abbondantemente la panure sulla trota e un poco anche sui pomodorini. Versare  l’olio evoa filo  su entrambi.

Cuocere in microonde con funzione combi ( grill + cottura) a 600w di potenza per circa 6/7 minuti…o più o meno in base al proprio modello. Si può ovviamente cuocere anche in forno tradizionale a 180° per 15 minuti circa accendendo il grill l’ultimo minuto per dorare.

 

 

 

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy