Crostata di frutta alle mandorle e amaretti

Quando si provano ad unire più ingredienti  senza seguire una ricetta precisa solo a volte  si riesce ad indovinare l’equilibrio di dosi e sapori. Questo è il caso, una crostata fatta tra l’altro con pasta frolla già pronta ( non avevo tempo per prepararne una in casa), frutta da finire e qualche amaretto e mandorle che non potevano stare in dispensa più a lungo. Il risultato è una torta magari dall’aspetto un po’ rustico e dall’appeal troppo casalingo, ma dolce solo quel tanto che basta e ricca di sapori diversi. E’ piaciuta anche a mio marito che solitamente non mangia dessert!

crostata di frutta alle mandorle e amaretti

1 confezione di pasta frolla

2 pesche bianche mature

3 o 4 prugne Regina Claudia mature

8-10 amaretti

100 gr farina di mandorle

4 cucchiaini di zucchero di canna

1 uovo

2 cucchiai di latte ( anche di mandorla)

Succo d’acero o miele qb

 

In una ciotola versare la farina di mandorle ( vanno bene anche delle mandorle sbucciate e tritate nel mixer)  col tuorlo dell’uovo, 2 cucchiaini di zucchero, 4 o 5 amaretti tritati e il latte. Deve risultare un impasto morbido facilmente spalmabile.

 Disporre la pasta frolla ( se si ha tempo e voglia sarebbe meglio prepararla da sé)  su una teglia tonda rivestita di carta forno.

 Sul fondo della frolla spalmare il preparato alle mandorle distribuendolo uniformemente. Tagliare la frutta a fettine e sistemarla ordinatamente sopra l’impasto. Distribuire per ultimi due cucchiaini di zucchero ( o più secondo i gusti) e i quattro o cinque amaretti avanzati e sbriciolati.

Ripiegare il bordo verso l’interno e spennellarlo con l’albume avanzato dopo averlo leggermente sbattuto

 Infornare in forno caldo a 190 gradi per circa 30/40 minuti. Quando è tiepida distribuire del succo d’acero ( o miele liquido) sulla frutta. 

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy