La mia ratatouille

Parente stretta della nostra caponata, la ratatouille dei nostri cugini francesi si presta a numerose interpretazioni. Ed ecco la mia di ieri, perchè non è detto che la ricetta sia sempre uguale per me, anzi ogni volta faccio qualche piccola variazione a seconda dell’umore o di quello che ho in frigo. In ogni caso la base della ricetta è questo mix di verdure estive stufate; melanzane, peperoni,zucchine, aglio e cipolla. Si può preparare all’inizio della settimana e servire ogni giorno in maniera diversa; come semplice contorno, per condire pasta o riso basmati, per preparare bruschette….e chi più ne ha più ne metta.

la mia ratatouille

Ingredienti:

1 peperone giallo

1 peperone rosso

2 zucchine medie

2 cipolle di tropea

6 spicchi d’aglio

500 gr pomodorini

erbette: timo, rosmarino,basilico, prezzemolo

1 cucchiaio capperi dissalati

1 cucchiaio olive nere denocciolate

olio evo qb

sale, pepe, peperoncino qb

foto 1 (47)

Questa volta ho deciso di far cuocere le verdure separatamente per rispettare i tempi di cottura di ciascuna oltre che per calibrare diversamente spezie e condimenti. Ovviamente si può decidere di cucinare contemporaneamente in tre padelle diverse o usare la stessa dopo averla pulita ogni volta.

Lavare e asciugare tutte le verdure, sbucciare le cipolle e l’aglio.

Tagliare a metà i pomodorini e disporli col taglio verso l’alto in una larga padella antiaderente con due cucchiai d’olio sul fondo e due spicchi d’aglio un po’ schiacciati. Salare ( volendo si può aggiungere anche un pizzico di zucchero per togliere l’acidità ), aggiungere un po’ di timo e coprire con un coperchio. Lasciar stufare a fiamma media finché i pomodorini sono cotti e hanno raggiunto l’aspetto dei pomodorini confit fatti al forno.

In un altra padella antiaderente versare due cucchiai d’olio e i due spicchi d’aglio schiacciati facendoli scaldare senza soffriggerli troppo. Aggiungere poi qualche foglia di basilico, del timo, i peperoni,le zucchine e le melanzane tagliate a dadini. Salare e far cuocere a fiamma piuttosto vivace mescolando frequentemente. Le verdure devono essere cotte ma croccanti.

Nella terza padella versare altri due cucchiai d’olio e gli ultimi spicchi d’aglio schiacciati, qualche foglia di basilico, di timo e il rosmarino. Scaldare e poi aggiungere le cipolle di Tropea tagliate a spicchi grandi. Salare e pepare e lasciar cuocere a fiamma media mescolando frequentemente finché  sono leggermente caramellate. Eventualmente aggiungere un paio d cucchiai d’acqua tiepida per non farle attaccare sul fondo.

Riunire tutte le verdure in una stessa casseruola dopo aver tolto gli spicchi d’aglio, far cuocere una decina di minuti a fiamma bassa per amalgamare tutti i sapori e alla fine aggiungere i capperi dissalati, le olive nere e un trito di prezzemolo. Spegnere e completare con un giro di olio a filo.

Si serve tiepida

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy