Pesche ripiene agli amaretti

Ho trovato questa ricetta nel mio archivio e la posto adesso perché è il periodo giusto per  riprovarla. Quando ero giovane ricordo che a settembre questo dessert non mancava mai nei pranzi domenicali, soprattutto a casa di mia nonna in campagna. Credo che sia un piatto tipico del Piemonte ma , anche se non sono originaria di quella regione, è uno di quei piatti considerati”di famiglia”. Peccato che abbia perso la ricetta originale della nonna, quindi quella che vi propongo  è una mia rivisitazione anche se si avvicina  molto all’originale. Le pesche al forno si possono gustare sia calde che tiepide ( cosa che preferisco), magari accompagnate da gelato alla crema. Ci sono versioni che prevedono anche un’aggiunta di cioccolato al ripieno ma non le ho mai provate.

pesche ripiene agli amaretti

 per 4 persone

4 pesche gialle mature ma ancora sode

60 gr amaretti

30 gr burro

1 o 2 cucchiai zucchero di canna

70 cl  di marsala ( 1 bicchierino abbondante)

75 cl  di vino bianco

 

Lavare e asciugare le pesche mature  ma non sfatte. Tagliare a metà e togliere il nocciolo. Con un cucchiaino scavare un poco l’incavo e tenere da parte la polpa ricavata. In una ciotola mettere gli amaretti sbriciolati , il burro ammorbidito , uno o due cucchiai di zucchero a seconda dei propri gusti ( a me non piacciono troppo dolci) , metà del bicchierino di marsala e la polpa delle pesche avanzata e ridotta in poltiglia. Mescolare bene e riempire gli incavi delle pesche. Adagiarle su una teglia rivestita con carta da forno e completare con fiocchetti di burro e una spolverata di zucchero . Sul fondo della teglia mettere uno strato di vino bianco e il marsala avanzato. Infornare a forno caldo a 190 ° per circa 40 minuti

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy