Tartellette alla caprese

Mozzarella di bufala e pomodorini d’estate entrano di default nel mio carrello della spesa, ma invece di fare la solita caprese cosa ci si può inventare per rendere questo classico e intramontabile abbinamento un po’ più originale almeno come aspetto?

Ho preparato queste tartellette con della pasta brisè , si può usare quella già pronta oppure prepararla in casa ( è molto più  facile e semplice di quel che si creda). In alternativa si possono utilizzare delle basi ancora più veloci tagliando dei dischi di pane casereccio da far tostare su una piastra.

Sono indicate come appetizer, per un brunch o per una cena a buffet ma attenzione, non sono ipocaloriche!

tartellette alla caprese

per 8 tartellette di 6/8 cm di diametro

1 mozzarella di bufala

4 pomodori ciliegini

1 confezione di pasta brisè

qualche foglia di basilico

2 o 3 cucchiai di olio e.v.o di buona qualità

1 pizzico di sale

Dal rotolo di pasta brisè ricavare dei dischi di 6/8 cm di diametro aiutandosi con un coppapasta o un bicchiere e disporli in uno stampo da crostatine (o in alternativa da muffin ) adagiandoli all’interno di pirottini di carta. Coprirli con carta forno e riempirli con fagioli secchi per evitare che si alzino durante la cottura. Infornare a 180° per 20/25 minuti 

A parte frullare in un mixer la mozzarella di bufala con qualche goccia d’olio ( facoltativa) e tenere da parte questa “crema” a temperatura ambiente. Preparare un pesto leggero con qualche foglia di basilico, un pizzico di sale e 2 o 3 cucchiai d’olio evo. Tagliare a metà i pomodori ciliegini

Sfornare le tartellette, togliere i fagioli e farle raffreddare un po’. Disporre su ciascuna la crema di bufala, mezzo pomodorino e un filo di pesto leggero.

 

per la pasta brisè

200 gr farina bianca

100 gr di burro

70 ml di acqua molto fredda

1 pizzico di sale

Versare in un robot da cucina la farina, un pizzico di sale e il burro ben freddo tagliato a tocchetti. Quando si è formato un impasto farinoso, versarlo in una ciotola e aggiungere l’acqua quasi ghiacciata un poco per volta, senza lavorarlo troppo per non scaldarlo, finché si è formata una palla liscia . Ricoprirla con una pellicola e tenerla in frigo per almeno un’ora prima di utilizzarla.

 

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy