Vellutata di zucca in due maniere

Amo la zucca in tutti i modi, dal salato al dolce , e la amo soprattutto per il suo colore che mi mette allegria. Il colore negli alimenti è importante perchè ad ogni famiglia di pigmenti organici naturali corrisponde una vitamina. Gli alimenti arancioni, come appunto la zucca, le carote,il mango, le albicocche , i cachi etc. contengono betacarotene ( o provitamina A) che poi viene trasformato in vitamina A.  100 gr di zucca pare che ne apportino 600 microgrammi, pari al fabbisogno giornaliero femminile. oltre alla stessa quantità di potassio contenuta nelle banane….e ferro e calcio.* Quindi zucca forever!

Della zucca poi io consumo tutto, in molte ricette anche la buccia , come in una delle due vellutate proposte . Utilizzo praticamente sempre solo la zucca mantovana o la cremonese ( a volte si confondono) per la consistenza compatta della polpa e il sapore leggermente dolciastro che va nei piatti salati va “aggiustato”con qualche nota contrastante e non solo salina, come spezie o cibi affumicati, ad esempio lo speck della seconda ricetta che in versione vegetariana può essere sostituito con dadini di tofu affumicato.

 

vellutata di zucca alle bucce tostate e capperi

vellutata di zucca alle bucce tostate e capperi

Vellutata di zucca con buccia tostata e capperi ( nella foto)

per 4 persone

500 gr di zucca mantovana
2 patate medie
1 porro grande o 2 piccoli

1 lt brodo vegetale

Rosmarino,salvia alloro 2 foglie

2 spicchi aglio in camicia
Olio evo qb
10/12 capperi dissalati

Sale

Un pizzico di spezie: curry, pepe sichuan,paprica

Tagliare la zucca e le patate, pulite ma non sbucciate, e il porro in pezzi grandi e distribuirle in una teglia rivestita di carta forno. Aggiungere qualche pizzico di salvia e rosmarino secchi e due foglie di alloro e due spicchi d’aglio in camicia. Salare e aggiungere due cucchiai d’olio e 1 tazzina di acqua sul fondo.
Infornare a 200 gradi x circa 40 minuti

Togliere le verdure dal forno e quando sono tiepide sbucciare le patate e la zucca tenendo da parte le bucce di quest’ultima . Scartare l’alloro e l’aglio e versarle insieme al porro tutte  in una pentola con i due terzi del brodo ( o acqua e sale  ) . Frullare con un frullatore a immersione e far cuocere x dieci minuti. Se la consistenza fosse troppo densa aggiungere altro brodo, in caso contrario far cuocere e restringere ancora un poco la vellutata. Insaporire con le spezie, aggiungendole gradualmente per dosarle in base ai propri gusti,ed eventualmente aggiustare ancora con sale.

A parte tagliare a listarelle la buccia della zucca cotta e mescolarla ai capperi tritati  . sSaldare a fiamma vivace una padella antiaderente e far tostare bucce e capperi per pochi minuti .

Servire la vellutata, dopo averla passata al colino, con le bucce tostate ai capperi e un filo di olio evo di qualità.

 

Vellutata di zucca allo speck croccante e granella di nocciole

per 4 persone

600 gr zucca mantovana

200 gr porro o cipolla di  tropea

100 gr speck a fette *

1 punta di ciascuna spezia: curry, noce moscata, paprika

Sale qb

Brodo vegetale 1 lt ca

Olio e.v.o

Granella di nocciole 50 gr

 

Sbucciare la zucca e tagliarla a pezzettoni. A parte in un tegame far rosolare metà dello speck con pochissimo olio e aggiungere il porro ( o la cipolla ) tagliato grossolanamente, rigirare per un minuto quindi unire la zucca insieme ai due terzi del brodo vegetale .Il resto del brodo va tenuto a parte per aggiungerlo successivamente nel caso la vellutata fosse troppo densa. Coprire e lasciar cuocere a fiamma alta fino a bollore, quindi abbassare e completare la cottura per circa 30 minuti .Se si usa la pentola a pressione i tempi di cottura dimezzano e anche la quantità di brodo va ridotta di almeno un terzo. A cottura ultimata aggiungere una punta di curry , noce moscata e paprika e ridurre in crema con un frullatore a immersione. Assaggiare ed eventualmente correggere di sale o altre spezie. Se troppo liquida far addensare cuocendola ancora un poco a pentola scoperta .

Tagliare lo speck rimasto a listarelle e farle rosolare a fiamma alta in una padella antiaderente fino a farle diventare croccanti . Togliere dal fuoco e tenere da parte . Ridurre a granella non troppo fine le nocciole sbucciate e farle dorare velocemente nel fondo dello speck **

Impiattare servendo la vellutata calda guarnita con qualche strisciolina di speck croccante e le nocciole tostate

 

** per un piatto vegetariano sostituire lo speck con tofu affumicato tagliato a listarelle o dadini

 

 

* Informazioni sui valori nutraceutici degli alimenti si trovano nel libro ” I magnifici 20″ di Marco Bianchi- Collana Il lettore goloso -Ed Ponte alle Grazie

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy