Zucca in scapece alla siciliana

Appena arriva l’autunno cerco nuovi modi per cucinare la zucca visto che in casa nostra questo frutto non manca mai. Sarà il colore, sarà la sua versatilità, sarà la consistenza corposa che si adatta a diverse cotture, fatto sta che la zucca è quasi una costante delle mie ricette dei mesi freddi.

L’altra sera ho invitato degli amici per una cena siciliana ( il dare un tema alle cene mi aiuta nel preparare un menù più centrato) e mi sono ricordata di una ricetta raccontata da una mia amica originaria di Catania, ma senza dosi e con un accenno veloce. Mi sono quindi rifatta, modificandola solo leggermente, ad una ricetta trovata sul libro “La cucina siciliana” di M-T. Di Marco e M.C. Ferrè – Guido Tommasi Editore dove questo piatto viene chiamato “Agghiata di zucca con le olive nere“.

L’ho servita come antipasto, ma va bene anche come contorno, ed è stata molto apprezzata. L’avrei potuta conservare in frigo ma non è avanzata!

P.S Tempo fa avevo preparato una versione più leggera e non fritta di questo piatto, eccola:  http://www.dallortoalpiatto.info/la-mia-zucca-in-agrodolce/

600 gr di zucca delica già pulita

20 olive nere al forno

3 o 4 di cucchiai di aceto di mele

1 cucchiaio raso di zucchero di canna

1 cucchiaio abbondante di olio evo

sale qb

olio per friggere

 

Tagliare a fettine di 3 o 4 mm di spessore la zucca a cui è stata tolta la buccia e i semi. Asciugarla bene e farla friggere, poche fettine per volta, in abbondante olio caldo. Farle gocciolare su carta assorbente da cucina.

Dopo aver tolto l’olio da frittura, usare lo stesso pentolino senza lavarlo versandovi l’aceto e lo zucchero. Scaldare a fiamma media finché lo zucchero si è sciolto, bastano pochissimi minuti. Spegnere la fiamma e aggiungere l’olio, le olive e quasi mezzo cucchiaino raso di sale fino. Aggiustare i sapori a proprio piacimento, eventualmente aggiungendo ancora un po’ d’aceto o olio etc.

Versare sulla zucca fritta e lasciarla riposare qualche ora prima di servire.

Si conserva coperta in frigo per qualche giorno.

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy