Zuppa di cavolo nero con fregola sarda e cumino

Adoro le zuppe……sicuramente l’ho già detto! Stranamente non mi piace quasi per niente il minestrone, con quei pezzetti di verdure galleggianti e con un gusto un po’ da “ospedale” , anche se pensandoci tra la zuppa che propongo oggi e un minestrone non è che ci sia poi questa distanza in termini di aspetto! Eppure basta poco per allontanarsi da quel gusto. Qui, in cui predomina il  forte aroma del cavolo nero, ho voluto anche aggiungere la nota speziata  del cumino per allontanarmi decisamente dai nostri lidi casalinghi e approdare un po’ più in là, verso un gusto più mediorientale.

Prima di “attraversare” il Mediterraneo mi sono però fermata in Sardegna , di cui ho utilizzato una delle sue più famose paste, la fregola, che in brodo secondo me ci sta proprio bene.

zuppa di cavolo nero, fregola sarda e cumino

per 4 persone

250 gr di erbette fresche

250 gr di cavolo nero

5 cucchiai di fregola sarda

1/2 spicchio di aglio

1 carota grande

1 cipolla dorata medio piccola

1 cucchiaino di cumino

1 punta di peperoncino

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

2 0 3 cucchiai d’olio evo

sale qb

 

Far rosolare in 1 o 2 cucchiai d’olio la cipolla, lo spicchio d’aglio a cui si è tolta l’anima e la carota il tutto tritato. Al soffritto aggiungere 1 cucchiaino di semi di cumino e una punta di peperoncino ( chi la vuole più piccante ovviamente può aumentare le dosi). Mescolare bene senza far bruciare.

Nel frattempo pulire biete e cavolo nero ( a cui è stata tolta la nervatura centrale , da scartare), tagliarli in grossi pezzi e aggiungerli al soffritto insieme ad una piccola manciata di sale grosso e ad 1,5 litri circa di acqua calda. Mescolare e completare con un cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua calda.

Coprire e cuocere a fiamma media per circa 40 minuti. Se il brodo dovesse ritirarsi troppo aggiungere altra acqua calda. Aggiustare eventualmente di sale o aggiungere un insaporitore tipo brodo istantaneo bio.

A cottura quasi ultimata frullare velocemente le verdure senza però tritarle del tutto e aggiungere la fregola, mescolare e lasciar cuocere ancora per 8/10 minuti.

Servire calda con un goccio di olio evo a filo.

P.s Io ho fatto cuocere la zuppa ( senza la fregola)  in pentola a pressione. In questo caso i tempi di cottura si dimezzano e va aggiunto solo 1 litro di acqua. La fregola va aggiunta alla fine, quando si apre la pentola e va cotta sempre per altri 8/10 minuti.

 

 

 

Leave a comment


Name*

Email(will not be published)*

Website

Your comment*

Submit Comment

© Copyright 2014 Dall'orto al piatto - Credits Anyway Milano
Privacy Policy | Cookie Policy